BRUSCELLO POLIZIANO

Teatro popolare italiano in Toscana

1939-2014: 75 anni di Bruscello

1989 Pia de' Tolomei

piadetolomei

Atto 1° Ghino fedele servitore di Nello de' Conti Della Pietra, guelfo, è innamorato in segreto della stessa donna del suo padrone: Pia della Ghibellina famiglia de' Tolomei. Dopo dinieghi da parte del fratello e del padre di Pia, finalmente si celebra il matrimonio fra Pia e Nello, nella pace completa delle due famiglie. Rompe l'incanto della scena nuziale l'annuncio di una guerra; i Guelfi vogliono vendicare l'onta di Montaperti. Nello parte alla testa dei suoi uomini, come pure fanno suo fratello e il padre di Pia per la parte avversa. Nello affida la casa e la sposa alla vigile cura del fido Ghino.

Atto 2° Ghino già perdutamente innamorato della bellissima Pia, vuol vendicare lo smacco subito. Manifesta la sua passione a Pia che sdegnosamente lo respinge. Ghino compie la sua vendetta: si serve di Balduccio per convincere Nello (ritornato vittorioso) che la sposa da lungo tempo lo tradisce. Nello sorprende la sposa di notte in atteggiamento sospetto, che ascolta la serenata di un forestiero e decide con Ghino di punirla.

Atto 3° Nello porta e abbandona la sposa, ritenuta infedele, nel castello dei Conti Della Pietra in Maremma. Pia, al suo risveglio sa, dal castellano la sua sorte... I giorni passano tristi... Sentendosi ormai prossima alla fine Pia consegna ad un eremita una ciocca di capelli e l'anello dello sposo amato. Ghino frattanto, preso dal pentimento in punto di morte per il morso di una belva, confessa a Nello l'innocenza di Pia. E' tardi però! Nello incontra il corteo funebre che accompagna Pia morta.